La pagina web BtoB perfetta per informare e… convertire.
Questo articolo è specifico per aziende che operano nel BtoB vendendo prodotti di un certo valore o costo significativo, e  che richiedono un’attenta valutazione da parte dell’acquirente prima di effettuare la scelta ed acquistare.

Se invece il tuo target sono clienti privati, potresti ugualmente trovare spunti interessanti.

In particolare, è importante una struttura completa della pagina servizi/prodotto quando non c’è un solo decisore, ma al contrario DIVERSE PERSONE si trovano per decidere in merito al tuo servizio/prodotto.

Infatti, un sito BtoB, deve trasmettere CHIAREZZA E FIDUCIA nei confronti dell’azienda, dei suoi prodotti e del suo servizio pre e post-vendita.

Ecco i punti principali da osservare per una buona pagina servizi/prodotto, ti auguro buona lettura e che questo articolo possa esserti utile.

 


1. Un titolo breve e descrittivo

Poche parole a inizio pagina che descrivono esattamente e semplicemente quello che fai, NON CONFONDERE le persone con slogan pubblicitari, non qui almeno.

2. Scelta e pianificazione delle parole chiave

Le pagine di servizio o prodotto, sono molto ricercate nel BtoB, difatti è lì che i potenziali clienti cercano informazioni su prodotti noti ma anche su aziende a loro ancora sconosciute.

Quindi lavorare con le giuste parole chiave in questa pagina, INVESTIRCI TEMPO E DENARO, è ampiamente giustificato.

3. La formattazione del testo e dei paragrafi.

Suddividere bene i paragrafi, evidenziare con grassetti o corsivo le frasi più significative, guidare la lettura del visitatore con punti elenco o numerati, sono alcune delle attenzioni che renderanno FLUIDA la lettura, non faranno abbandonare la pagina ma anzi lo fanno proseguire fino in fondo.

4. Parla al tuo visitatore tramite la pagina web, rispondi alle domande, ma non a tutte.

Devi conoscere il tuo target, quali sono i suoi problemi e aspettative, tocca gentilmente i suoi punti deboli, le sue problematiche e fagli vedere come TU sai affrontare queste situazioni.

Ma attenzione, non rispondere a tutto, lascia un po’ di mistero, è questo che lo porterà a contattarti

5. Non lodare te stesso, fai parlare i tuoi clienti.

Una testimonianza SINCERA, meglio se rilasciata da un personaggio o azienda nota, vale 100 pagine pubblicitarie.

Investire per raccogliere testimonianze, magari video, dei nostri clienti, ha un alto valore per la tua immagine.

Come si dice “chi si loda si imbroda” meglio che siano gli altri a raccontarti.

6. Usa immagini impattanti.

L’estetica vince sempre, va oltre il contenuto. Se fai un’attenta selezione di immagini adeguate al messaggio, ma che siano anche altamente estetiche ed impattanti, lascerai un SEGNO POSITIVO nella memoria del visitatore.

7. Fatti vedere.

MOSTRA il tuo viso e quello dei tuoi collaboratori principali, alle persone piace vedere in anticipo con chi potrebbe avere a che fare.

8. Ora, un po’ di numeri.

Qualche numero o statistiche che DIMOSTRA come affidarsi alla tua azienda sia una buona idea è di aiuto, non tutti ci crederanno, ma d’altronde, non si può piacere al 100% delle persone. (Mi raccomando SOLO numeri veri!)

9. Una buona call to action. (invito ad agire).

Perché facciamo tutto questo lavoro di spiegazione, persuasione, mettere in mostra?

Alla fine, desideriamo che il visitatore faccia UN’AZIONE SPECIFICA, che si iscriva a una newsletter, che richieda una demo o una telefonata da parte di un commerciale, oppure che compili un modulo per richiedere ulteriori informazioni.

Qualsiasi sia il tuo obiettivo, devi fare in modo che la persona sia gentilmente spinta ad agire e contattarti. Questa è la parte finale della pagina e va pensata attentamente.

 

Bene, mi auguro tu abbia trovato interessante questo articolo non esaustivo sull’argomento, ma significativo.

Contattami se vuoi approfondire o se ti interessa un’analisi della tua pagina prodotto/servizi, senza impegno.

E. mauro@solutions600.it

M. 329 0428 990